CONGO, di David Van Reybrouck

CONGO, di David Van Reybrouck

Come promesso nel lungo post in cui ho parlato di John Fante (ah, l’amore…), stavolta, e d’ora in poi, sarò breve. Voglio segnalare a questo gruppo di lettori forti “Congo”, di David Van Reybrouck. E’ un libro reportage straordinario, lucido e documentato, che parla di storia, geografia, etnologia, politica e tanto altro e che si legge come fosse un romanzo. Lo scrittore belga, figlio di un “civilizzatore” (il padre lavorò per cinque anni in Congo come ingegnere ferroviario), è andato dritto al cuore della storia del Congo, paradigma della storia dell’Africa intera e delle colonizzazioni. Un libro davvero bello. Ho avvertito un po’ di stanchezza e un sovrappiù di malinconia solo verso la fine, perché il finale, come si direbbe di un romanzo appunto, è “aperto” e per nulla consolatorio.

Si legge d’un fiato.

Recensione di Arturo Molise Bandini

Commenti