LA NAZIONE DELLE PIANTE – Stefano Mancuso

Stefano Mancuso ” LA NAZIONE DELLE PIANTE” Ed. Laterza 2019

L’obiettivo dell’autore è quello di scrivere una Costituzione delle piante con otto articoli, dove venga riconosciuta alle piante la stessa dignità e importanza di tutti gli altri esseri viventi poiché sono tutti concatenati attraverso complessi ecosistemi e non si può senza gravi conseguenze rompere le catene.

Di fatto le piante sono le più indipendenti poiché autonomamente assorbono ed elaborano i propri nutrienti e trasformano l’anidride carbonica in ossigeno, indispensabile per tutti i viventi, hanno inoltre una sensibilità diffusa, diversamente dagli animali ed umani i cui comandi o percezioni partono dalla testa.

Il modo di percepire centralizzato viene riprodotto anche nelle società con un capo che impartisce i comandi. Questo sistema centralizzato apparentemente sembra più veloce in realtà produce un grande apparato burocratico con i vertici sempre meno efficienti.

Le piante come gli umani devono avere una loro costituzione con un articolo per argomento per poter difendere anche le loro prerogative. Gli umani devono usufruire di ciò che è messo a disposizione dalla natura ma non abusarne. Tra tutti i viventi è necessaria una cooperazione come traino dei rapporti tra le specie ma ad ogni livello perché da essa passa il progresso dell’umanità.

Lettura ricca di citazioni ( anche ironiche) e articoli scientifici per cui richiede concentrazione poiché si rischia di leggere qualche frase più volte.

Recensione di Vania Gelli

Commenti